La cucina romana, innamorarsi a tavola

La cucina romana è quella ricca e sincera immortalata da Alberto Sordi in “Un americano a Roma”. Basata su piatti della tradizione popolare, abbondanti e gustosi, si sposa alla perfezione con le osterie dalle tovaglie a quadretti bianche e rosse e i tavoli in strada. Verace e indimenticabile, come la città che le fa da sfondo e che tutto il mondo ci invidia. Per farci venire fame, ecco quali sono i piatti da non perdere per creare un insuperabile menù romano.

Bucatini all’amatriciana

bucatini all'amatriciana

 

 

Primo piatto tipico della tradizione romana, nonché un grande classico della cucina italiana. Nascono al confine tra il Lazio e l’Abruzzo, ad Amatrice, dalla fantasia dei pastori che durante la transumanza erano soliti portare nei loro zaini pecorino, pepe e guanciale. Nel 1700 venne aggiunto il pomodoro che diede un tocco in più a un sugo che non conosce confini.

Saltinbocca alla romana

ladycake

Un secondo di carne che si prepara in un attimo e soddisfa i palati di tutto il mondo. La ricetta originale si tramanda di generazione in generazione e non ammette varianti: involtini aperti di carne di vitello, prosciutto crudo, qualche foglia di salvia e mezzo bicchiere di vino bianco.

Carociofi alla romana

Carciofi alla giudia

La ricetta nasce nel ghetto ebraico di Roma e solitamente si prepara con le mammole, una varietà di carciofi non spinosi, dalla forma tonda. Bastano un trito di prezzemolo, mentuccia e aglio per creare un contorno ricco di gusto.

Crostata di Visciole

blogspot

Delicata e golosa, questa torta viene preparata con una qualità di ciliegie di colore rosso scuro e sapore acidulo. Lo strato inferiore di pasta frolla è ricoperto dalla confettura, su cui poggia quello di crema di ricotta aromatizzata alla sambuca.

Se state fantasticando su dove portare a cena quel turista incontrato a via dei Condotti, non avrete che l’imbarazzo della scelta tra trattorie, ristorantini romantici e osterie con menestrelli. Ma fatevi trovare pronti su tutti i fronti: con un corso di inglese a Roma la serata prenderà un’altra piega.

Articolo scritto in collaborazione con Wall Street English