Un Aperitivo nel cuore di Trieste in primavera

La città Trieste, si trova nel Nord Est d’Italia ed ha una storia notevole in un contesto di particolare pregio, con una combinazione unica di brillanti rocce bianche, mare blu ed il verde della campagna. La città è stata per un bel po’ la residenza del famoso scrittore irlandese James Joyce. A testimonianza che era un centro molto influente e potente della politica, letteratura, musica, arte e cultura. Trieste tuttavia oggi è una città affascinante e accattivante. Ci sono molti luoghi da vedere tra cui il Museo Revoltella, che ospita una delle più belle collezioni italiane di arte del 19 ° secolo, moderna e contemporanea ed il Museo di Storia dell’arte e dell’ Orto Lapidario (Museo di Storia e Arte e giardino Lapidario).

Il tour della città prosegue con la visita all’Arco di Riccardo, un cancello augusteo costruito nelle mura romane nel 33 D.C che si trova in Piazzetta Barbacan, nelle strade strette del centro storico. Inoltre si può ammirare la cattedrale di San Giusto e il Castello di Miramare famoso con le sue imponenti camere, la sala del trono, il bellissimo parco e le scuderie di recente restaurate. Un’altra bella passeggiata consigliata in primavera è quella attraverso la maestosa Piazza dell’Unità d’Italia al centro della città. Qui si trovano il municipio, il palazzo del governatore magnifico e l’ufficio turistico. E’ l’unica piazza principale in Europa che è aperta al mare. La zona di Barcola è la passeggiata principale della città ed è anche un quartiere balneare popolare tutto l’anno soprattutto in estate perché frequentata da gente che allieta le proprie giornate al sole.
La gastronomia Triestina risente molto delle influenze austriache, ungheresi, slave e orientali, soprattutto per quanto riguarda l’uso di spezie e di aromi. Tra i piatti tipici di Trieste ricordiamo la jota, una minestra fatta con fagioli e crauti; gli gnocchi di susini e patate, gli gnocchi di pane e le uova con prosciutto; la carne di maiale con i crauti ed il goulash (piatto tipico austro-ungarico). Infine piatti con fagioli e brodi di pesce sono molto diffusi soprattutto tra i locali. Tra i dolci tipici di Trieste troviamo lo strudel di mele, la putizza (dolce ripieno di frutta secca); i kipfel di patate, le fave con mandorla bianca. Tra i vini citiamo l’ottimo Carso Terrano, il Cabernet Sauvignon, il Malvasia e il Vitovska. 

Nel corso della serata si può trascorrere il tempo libero in diversi bar delle principali piazze del centro storico come piazza San Giovanni, Via Roma o Via S. Nicolò. Oppure recarsi in stradine adiacenti all’Università in cui è molto diffusa la moda dell’aperitivo che è la degna conclusione di una giornata vissuta all’insegna della visita di Trieste, dei suoi itinerari storici e culturali e, il preludio ad una gustosa cena a base di piatti e prodotti tipici locali.