L’isola d’Elba e le sue bellezze naturali

La leggenda narra che Giasone, alla ricerca del vello d’oro, fece sosta all’Isola d’Elba.
Indubbiamente non corrisponde a nessuna verità ma l’isola -la più grande dell’arcipelago toscano e la terza in Italia per estensione- fu abitata sin dalla preistoria e successivamente sfruttata per via delle sue miniere di ferro.
Le bellezze dell’Elba non si riducono solo ai quasi centocinquanta chilometri di costa variegata ed alle sue spiagge attrezzate, ma sono confortate da cittadine e borghi di tradizioni marinare che hanno visto questi luoghi divenire turisticamente famosi a livello internazionale e non solo perchè fu sede del primo esilio di Napoleone Bonaparte.

Le ricchezze del sottosuolo, sfruttate fino ad epoche recenti, hanno lasciato posto all’industria turistica che si sviluppa non solo per il mare, ma anche per la natura e per la cultura e storia dei luoghi.
Facilmente raggiungibile in traghetto dalla vicinissima Piombino con tanti collegamenti giornalieri verso Portoferraio, l’Elba si pone innanzi tutto come meta di un turismo balneare.

Sono più di cento le spiagge che l’isola offre ai turisti ed ognuna ha la sua peculiarità. Attrezzate grazie a stabilimenti che assicurano il massimo comfort, è possibile trascorrere una vacanza di mare dove sia anche possibile fare vela, noleggiare gommoni e barche oppure affittare un kayak o fare della subacquea in diving certificati.
L’isola offre la possibilità di fare anche del turismo ecosostenibile, in diretto contatto con la natura. Diverse sono le offerte dedicate al trekking ed al naturismo che vengono fatti in camping o in piccoli agriturismo. Ci sono anche sentieri riservati per gli amanti del ciclobike e per delle escursioni a cavallo che vengono fatte con guide locali.

Per coloro che invece desiderano sviluppare l’aspetto storico e culturale in una vacanza, l’Elba offre anche questa possibilità ad iniziare dalla storica Villa San Martino a Portoferraio con il suo annesso Museo Napoleonico visitabile tutto l’anno.
La Fortezza della Marciana, il Forte Inglese, la Villa Romana della Linguella, la Torre di Marciana Marina, la Villa dei Mulini, sono solo una parte delle cose impossibili da non vedere una volta che si arriva sull’isola.

Ci sono davvero tante ragioni per coloro che ancora non la conoscessero, di recarsi all’Isola d’Elba e per quelli che già ci sono stati, di ritornarci.